Simboli massonici nella Trilogia de “Il Signore degli Anelli, J.R.R.Tolkien era Anti-Luciferino o Massone?

Il Signore degli Anelli - La Compagnia dell'Anello (Gandalf ed il demone Balrog nelle Miniere di Moria)
Il Signore degli Anelli – La Compagnia dell’Anello (Gandalf ed il demone Balrog nelle Miniere di Moria)

di Romina Malizia

Nei film, pubblicità, cartoni animati, fotografie, musica, libri, fumetti, ovunque sono presenti messaggi subliminali che assorbiamo inconsciamente ogni giorno. Inglobiamo a nostra insaputa informazioni e simbologie riconoscibili dagli adepti o studiosi del fenomeno. Siamo circondati da codici che non conosciamo riconducibili alla massoneria, occultismo, esoterismo, satanismo. Tutto ciò influisce nella vita quotidiana specialmente a livello comportamentale, veniamo indotti ad assumere determinati atteggiamenti. E’ un lavaggio del cervello latente e progressivo che avviene sin da bambini e prosegue nel tempo. Prendiamo ad esempio la trilogia “Il Signore degli Anelli”, pubblicata da John Ronald Reuel Tolkien a partire dal 1954. L’autore inizialmente è stato accusato di far parte della setta Golden Down e di aver inserito nei suoi libri elementi esoterici legati alla massoneria. Tolkien ha lasciato molte lettere pubblicate successivamente nel 1981, come “La Realtà in Trasparenza” a cura di Humprey Carpenter e il figlio Christofer Tolkien, postume alla pubblicazione della Trilogia in cui possiamo dedurre la sua possibile interpretazione compreso di messaggio intrinseco. Citando una lettera di Tolkien, egli ha definito come gli elementi che compongono “Il Signore degli Anelli” sono: «analogie, non simboli o allegorie, i personaggi e il contesto son ciò che sono, non rappresentano solo astrattamente, sono la realtà in trasparenza». Le analogie sono idealizzazioni utilizzate dall’autore per rappresentare e mostrare la vita reale e gli elementi che la compongono. Possiamo leggere ancora: «Il bene e il male sono rimasti immutati da sempre, e il loro significato è il medesimo per gli Elfi, per i Nani e per gli Uomini. Tocca ad ognuno di noi discernerli, tanto nel Bosco d’Oro quanto nella propria dimora». (Da ‘La Realtà in Trasparenza’ a cura di Humprey Carpenter e il figlio Christofer Tolkien).

Nell’introduzione alla prima edizione del 2000 del “Signore degli Anelli”, scritta da Elémire Zolla, viene messa a confronto la saga di Tolkien con la tradizione della fiaba moderna e contemporanea : «Una differenza sottile e radicale, come fra la notte e il giorno, discrimina Tolkien, segnatamente da Graves, Williams e Powys: egli non cerca la mediazione tra male e bene, ma soltanto la vittoria sul male. I suoi draghi non sono da assimilare, da sentire in qualche modo fratelli, ma da annientare». Zolla sintetizza l’aspetto fondamentale della fiaba Tolkeniana: “La Vittoria sul Male”. Una “Vittoria” radicale ricercata con il massimo degli strumenti e con il totale delle forze, la battaglia universale contro il Male è evidente nello sviluppo degli eventi contenuti nei tre romanzi del “Signore degli Anelli”. Possiamo citare anche i “Rotoli del Qumram” nei quali è descritta la lotta dei figli della luce contro i figli delle tenebre: «E questo è il libro della regola della guerra. L’inizio si avrà allorché i figli della luce porranno mano all’attacco contro il partito dei figli delle tenebre, contro l’esercito di Belial…». La prova a sostegno della tesi che Tolkien fosse iniziato alla Golden Dawn è l’inserimento dell’Arco Massonico sulla Porta delle Miniere di Moria, visibile sia nel libro che nel primo film della saga “La Compagnia dell’Anello”. La setta “Hermetic Brotherhood of the Golden Dawn” («Fratellanza Ermetica dell’Alba d’Oro») nacque nel 1887 a Keighley, città presso Manchester, dichiarando per bocca dei suoi fondatori di voler praticare in modo più efficace la via attiva della magia nella fedeltà all’ideale insegnato dai Rosacroce del XVII secolo (Fonte: http://www.centrosangiorgio.com/occultismo/articoli/golden_dawn.htm). Chi erano o sono i Rosacroce? Come associazione esoterica e segreta i Rosacroce nascono probabilmente attorno al 1200. La loro sapienza si rifà alla tradizione Cristiana ma anche alla Cabala, all’alchimia, ai Tarocchi e alle dottrine orientali induiste e buddiste. L’esistenza dei Rosacroce è attestata da una vasta letteratura in tema, dalla loro simbologia che compare ovunque, nelle logge Massoniche e nella tradizione muratoria in genere (il diciottesimo grado dell’Antico Rito Scozzese accettato prende infatti il nome di “Cavaliere Rosacroce di Heredom” – Fonte: http://www.disinformazione.it/mistero_rosacroce.htm).

Arco Reale Alchemico all'entrata delle Miniere Moria
Arco Reale Alchemico all’entrata delle Miniere Moria

La raffigurazione dell’Arco Massonico, disegnata dallo stesso Tolkien, nella prima edizione italiana si trova a pag. 383. Nel romanzo è situato sulla Porta delle Miniere di Moria, non si può negare l’assoluta somiglianza di questa raffigurazione con l’Arco Reale Alchemico appartenente alla Massoneria Iniziatica. Gli Archi sono identici, il richiamo di Tolkien è chiaramente esplicito ma è importante capirne l’utilizzo. L’Arco Reale Alchemico, tipico della Massoneria, è stato posto all’entrata di quelle Miniere che saranno il luogo d’inizio della battaglia tra Bene (Compagnia dell’Anello) e Male (Sauron), quindi “un posto maledetto”. Infatti, all’interno delle Miniere di Moria, dopo aver oltrepassato la porta alchemica-massonica, Gandalf, stregone utilizzatore della magia bianca e della preghiera dovrà sconfiggere un’entità mostruosa dalle dimensioni gigantesche e dalle sembianze chiaramente sataniche: Balrog un demone antico (Lucifero). Secondo questa chiave di lettura l’intera Trilogia quindi si basa sulla battaglia e vittoria del bene sul male, della luce sulle tenebre, dove la porta Massonica rappresenta l’entrata in contatto con il male.

(Fonte: http://www.losai.eu/j-r-r-tolkien-era-anti-luciferino-ecco-le-prove/#.UOxyeKzNmSp)

Print Friendly, PDF & Email
Successivo Don Bruno a Padova brucia Rosari Massonici e Satanici, come riconoscerli, strette di mano e simboli

26 commenti su “Simboli massonici nella Trilogia de “Il Signore degli Anelli, J.R.R.Tolkien era Anti-Luciferino o Massone?

  1. Awesome blog! Do you have any helpful hints
    for aspiring writers? I’m planning to start my own website soon but I’m a little
    lost on everything. Would you advise starting with
    a free platform like WordPress or go for a paid option?

    There are so many choices out there that I’m completely confused .. Any suggestions? Thanks!

  2. Do you mind if I quote a couple of your posts as long as I provide
    credit and sources back to your site? My website is in the exact same area of interest as yours and my visitors would certainly benefit from a lot of
    the information you provide here. Please let me know
    if this ok with you. Regards!

  3. When someone writes an article he/she maintains the idea of a user in his/her mind that how a user can be aware of it.

    Thus that’s why this piece of writing is perfect. Thanks!

  4. You’ve made some good points there. I looked on the web to find out more about the issue and found most people will go along with your views on this site.

  5. hello there and thank you for your info – I have definitely picked
    up something new from right here. I did however expertise several technical points using this site, as I experienced to reload
    the website lots of times previous to I could get it to load
    properly. I had been wondering if your hosting is
    OK? Not that I’m complaining, but sluggish loading instances times will sometimes affect your placement in google and could damage your high quality score if ads and marketing with Adwords. Anyway I’m adding
    this RSS to my e-mail and can look out for a
    lot more of your respective fascinating content. Ensure that you update this again very soon.

  6. Write more, thats all I have to say. Literally, it seems as though you
    relied on the video to make your point. You clearly know what youre talking about, why throw away your intelligence on just posting videos to your blog
    when you could be giving us something informative to read?

  7. Hi there! I could have sworn I’ve been to this website before but after reading through some of the post I realized it’s new
    to me. Anyways, I’m definitely glad I found it and I’ll be book-marking and checking back
    often!

  8. You can certainly see your skills in the work you write.
    The world hopes for even more passionate writers such as you
    who aren’t afraid to mention how they believe. Always go after your heart.

  9. We’re a group of volunteers and opening a new scheme in our community. Your site offered us with valuable info to work on. You’ve done a formidable job
    and our entire community will be thankful to you.

I commenti sono chiusi.