Studiando la malaria potrebbero aver scoperto la cura per il cancro

cura per il cancro malariadi Romina Malizia

Siamo alla continua ricerca di una cura che porti alla guarigione totale dal tumore. Non bisogna scoraggiarsi, nè lasciarsi andare perchè come ho citato in vari articoli esistono elementi naturali che possono aiutare e sostenere durante la malattia. Un gruppo di scienziati in Danimarca durante lo studio sulla malaria hanno scoperto che il vaccino usato nelle donne in gravidanza potrebbe sconfiggere nove tipi di tumori su dieci.

“GLI SCIENZIATI CHE STUDIANO LA MALARIA POTREBBERO AVER SCOPERTO PER CASO LA CURA CONTRO IL CANCRO”

http://www.leggo.it/societa/scienze/vaccino_la_malaria_uccide_cancro_scoperta_accidentale_studio-1298685.html

COPENAGHEN – Una scoperta accidentale in laboratorio e un gruppo di scienziati potrebbe aver trovato la cura contro il cancro. Un’equipe di ricercatori dell’Università di Copenaghen, in Danimarca, e della University of British Columbia, in Canada, hanno scoperto che un vaccino per la malaria usato nelle donne in gravidanza potrebbe sconfiggere nove tipi di tumori su dieci.  Il carboidrato della placenta che il parassita della malaria attacca per entrare nel grembo delle donne in gravidanza è identico a un carboidrato che si trova nelle cellule tumorali. Si è pensato allora di creare in laboratorio una proteina che il parassita della malaria utilizza per aderire alla placenta e hanno aggiunto una tossina. Proteina e tossina sono in grado di individuare le cellule tumorali prima che la persona si ammali. Inoltre, una volta riassorbite la tossina le uccide. I risultati degli esperimenti sui topi hanno dimostrato che la proteina malarica è in grado di eliminare il 90 per cento di tutti i tumori maligni.

http://www.direttanews.it/2015/10/16/studiando-la-malaria-potrebbero-aver-scoperto-la-cura-per-il-cancro/

Un’equipe composta da ricercatori dell’Università di Copenaghen, in Danimarca, e della University of British Columbia, in Canada potrebbero aver scoperto casualmente la cura per il cancro. I loro studi in realtà si stavano concentrando sulla malaria e sperimentando un vaccino per quella malattia su donne in gravidanza avrebbero scoperto che potrebbe curare nove tipi di tumore su dieci.

L’elemento in comune tra malaria e tumore è un carboidrato che si trova nella placenta e che il parassita della malaria attacca per installarsi nel grembo materno. Questo carboidrato è uguale a quello che si trova nelle cellule tumorali. Da qui l’idea di fare un tentativo: creare in laboratorio la proteina che il parassita della malaria utilizza per aderire alla placenta e aggiungervi una tossina. In questo modo si riuscirebbe ad individuare la presenza di tumori prima che la persona si ammali. Ma l’elemento ancora più sconvolgente è che questa tossina oltre ad indicare l’eventuale presenza di cellule tumorali si occuperebbe anche di “ucciderle” e quindi di fatto di curare il tumore.

Ovviamente siamo ancora nel campo delle ipotesi e per ora sono stati fatti solo esperimenti di laboratorio su topi e cavie. Queste prove però hanno lasciato tutti a bocca aperta perché con questo metodo si sono riusciti a sconfiggere il 90% dei tumori maligni conosciuti. Non ci resta che attendere fiduciosi che la sperimentazione vada avanti e che le prove raccolte finora vengano confermate anche ai livelli successivi.

F.B.

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Short Story Fiabe Horror di Natascia e Romina Malizia Successivo Tumore, l'ago incandescente lo scioglie